mercoledì 14 maggio 2014

Una scatola scrapposa per un pranzo very shabby.

Mi sono ritrovata a dover realizzare un progetto nuovo e siccome le sfide devono essere uno stimolo per evolvere e scoprire mondi sempre nuovi, superata la titubanza iniziale mi sono buttata a capofitto in questo progetto che ha richiesto un certo impegno. In pratica mi è stato chiesto di realizzare una scatola di misure abbastanza grandi da poter contenere alcuni alimenti destinati ad un pranzo.
Le scatole che realizzo solitamente con l'envelope sono legate alle misure standard indicate in molti video tutorial editi da blogger americane ma mai nessuno ne ha realizzato uno in cui spiega il principio base per poter realizzare qualunque misura di scatola con l'ausilio dell'envelope punch board.
Come diceva mia nonna, necessità non vuol legge, per cui armata di grande impegno ho cominciato a pensare alla forma che la scatola ha in origine e al principio che avrei potuto applicare per ampliare le misure usando ovviamente sempre lo stesso principio su cui si basa l'envelope punch board.
A forza di fare prove e tentativi sono riuscita a capire come fare ed ovviamente il successo mi ha dato una gran carica, mi son sentita un piccolo architetto al suo primo lavoro importante. Ovviamente dopo aver superato questo ostacolo non da poco il dover decorare le scatole con la tecnica dello scrapbooking è stato il meno perchè in parte dovevo applicare degli elementi che mi erano stati specificatamente richiesti e poi perchè non volevo appesantire troppo il tutto.
Questo è il risultato di tanto lavoro.
Comunico a tutte le mie compagne di sogni scrapposi che appena riuscirò posterò il tutorial su you tube, abbiate pazienza perchè non è una cosa semplice da fare e al momento sono assorbita da lavori che devo consegnare, ma sarò di parola.






4 commenti:

  1. Cristina e'bellissima! Ci avrai lavorato tanto ma il risultato ti ripaga,mi chiedo ma non e' sprecata cosi bella per metterci del cibo?Comunque sei bravissima,sono proprio contenta di aver trovato il tuo blog e il tuo canale you tube e di averti conosciuto anche se non di persona ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Malida e grazie per essere così assidua. La scatola conteneva porzioni di cibo che a sua volta era stato incartato per cui non si è sporcata e anzi so che le partecipanti al corso di Sarah Tognetti se la sono portata a casa per poterla riutilizzare in altro modo.

      Elimina
  2. complimenti, ottimo risultato!! a me è stato chiesto proprio qualche giorno fa di fare uno svuotatasche e sono andata nel pallone.....non so se ricordi la famosa scatola di cui parlavo in fb....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, certo che mi ricordo del tuo svuotatasche, significa che non sei poi riuscita a realizzarlo? Io non ho ancora avuto tempo di realizzare il tutorial, e anzi ne sto facendo altre per un matrimonio che se avessi fatto il tutorial avrei tribolato meno a ricordarmi il procedimento. Se hai bisogno di qualche dritta non esitare a scrivermi casomai potessi esserti di aiuto.:)

      Elimina