mercoledì 30 dicembre 2015

Per una coppia di innamorati

Oggi vi mostro un altro oggetto realizzato per un'amica in occasione del Natale e  ho pensato alla scritta Love visto che questa ragazza è fidanzata a un oggetto simile può essere ambientato davvero ovunque essendo una composizione di lettere da appoggiare su una mensola o su un talvolo oppure da appendere.
Le lettere sono in mdf grezzo e sono state verniciate di acrilico, ognuna con una tonalità diversa, dal rosa confetto al bianco gesso, al beige infine al grigio chiaro. Le ho poi unite con la colla a caldo e scrappate con vari fustellati. Anche questo progetto direi davvero molto semplice da realizzare e d'effetto per decorare la casa donandole un'impronta scrap che sta sempre bene. 







lunedì 28 dicembre 2015

Una cornice alternativa

Oggi per il consueto appuntamento con Scrapbooking facile ho pensato di realizzare un progetto un po' diverso dal solito, non propriamente scrap insomma. Mi sono svegliata una mattina con questa idea ben piantata in testa e quindi ho proceduto seguendo i consigli che la notte mi aveva portato. Volevo usare colori che mi piacciono molto ma che non uso abitualmente perché sono anche una che non ama il rischio e quindi anche per pigrizia spesso ricorro agli abbinamenti che già so essere azzeccati. In questo caso invece ho voluto sfruttare anche i nuovi distress e provare con l'abbinamento grigio/giallo che davvero mi piace molto ma che non avevo mai provato. Così ho recuperato una cornice (a casa ne ho a decine) l'ho dipinta con un acrilico grigio chiaro e poi ci ho costruito sopra questa specie di impalcatura che ho decorato semplicemente con ritagli di carta scrap, label tagliate con la cameo, fiori, una tag di florileges, una frame in chipboard, qualche enamel dots di varie misure, una lampadina di metallo e dei decori in cartonlegno che ho embossato con polvere grigia e rifinito con del distress scattered straw, mustard seed e pumice stone per creare un po' di effetti di colore tono su tono.
La scritta "ed è subito festa" tagliata da scrapbooking facile, che ho realizzato io in grafica, completa il tutto. Trovo peraltro che sia davvero azzeccata come frase per questa foto che  mi ritrae con Miranda al nostro primo incontro nel negozio della mamma di Cle a Rivoli che per me è stata davvero una festa. Festa perché ho incontrato lei che non vedevo da tempo e poi la location tutta tempestata di materiale scrap non poteva che essere il giusto scenario per una piccola festicciola. Quando la passione genuina per un hobby, per questo hobby in particolare, si esprime nascono delle affinità elettive che a me stampano perennemente un gran bel sorriso in faccia. Proprio quello in foto.






sabato 26 dicembre 2015

Una targa scrappata


Oggi vi mostro uno dei lavori che ho fatto per un regalo ad un'amica scrap che spesso mi parla della sua futura casa immaginandola arredata in stile shabby così ho pensato di riesumare una mia vecchia passione, quella per il legno, e realizzare una targa da appendere alla porta e scrapparla perché le due cose vanno abbastanza d'accordo. Questo è il risultato.
Per realizzarla ho verniciato la targa, che in origine era in legno grezzo, con dell'impregnante color noce, una volta asciutto ho steso dell'acrilico grigio chiaro, il colore si chiama pier point, infine una volta asciutto il colore ho passato della carta vetro sui bordi per eliminare parte dell'acrilico facendo emergere il color noce dell'impregnate. Per la decorazione ho impresso un decoro con delle frecce con un timbro, e rivestito il fronte con dei fustellati vari per ottenere questo risultato. Una cosa molto semplice ma trovo abbastanza d'effetto, potrebbe essere un'idea per alterare vari oggetti che usiamo per decorare la nostra casa dandole un'impronta scrap.









venerdì 18 dicembre 2015

Un layout liberatorio

Lo scorso week-end ho lavorato davvero tanto, ma tanto parecchio assai. Mi era presa la fregola degli album e son partita come un treno a farne uno appresso all'altro sfruttando gli ultimi acquisti che ero impaziente di testare. Arrivata a domenica sera però ero sfinita, non tanto dal lavoro in sé perché scrappare non mi stanca mai, quanto invece dal tipo di lavoro perché non sono abituata a misurare, contare, centimetrare, allineare e così via, cosa fondamentale per progetti di quel tipo che richiedono una buona dose di precisione, così per sfogare in qualche modo tutto il bisogno di pasticciare trattenuta fino a quel momento mi è capitata sotto mano questa foto che Valentina mi aveva scattato a Pordenone e che mi ritrae mentre preparo la base del layout di Olga. Così l'impulso mi è scattato ed è stato irrefrenabile, questo è il risultato e credo che esprima davvero in modo assai esplicito la potenza della carica creativa che mi anima. Guardando questo layout riconosco tutta le pulsioni e interpreto in un certo modo l'esplosione dei colori così come la direzione verso cui si dirigono. Ovviamente è tutto molto soggettivo e può anche apparire alquanto caotico, perché in effetti lo è, ma a me trasmette davvero tanta emozione perché riesco a leggere esattamente in quel caos esattamente quello che volevo esprimere e per me non è poco.
A voi cosa fa pensare invece?
Per farlo ho steso una base di gesso, incrociato un foglio di cardstock che raffigura una tabella contabile e steso i pastelli a cera diluiti con acqua con un foglio di acetato. Ho creato la texture con della pasta modellabile stesa con uno stencil dylusions, timbrato con vari timbri e aggiunto la foto. Un button appoggiato su una frame diapo con un fustellato di un rametto memory box in vellum e il die-cut happy day con qualche puffy sticker completa il tutto. Gocce a random di vari colori per creare ancor più movimento.
Ecco il risultato.
 












 

mercoledì 16 dicembre 2015

Packaging riciclato e scrappato.

A volte confezionare un regalo con un packaging adeguato non è sempre semplice soprattutto se anziché optare per uno stile classico si vorrebbe renderlo più "scrapposo". Così per ottenere un contenitore sufficientemente grande da contenere il regalo che si vuole confezionare ho pensato che si potrebbe optare per un oggetto di riciclo quindi a basso costo su cui poi sbizzarrirsi con la fantasia e decorarlo a proprio gusto con le tecniche più disparate. Ho recuperato delle scatole da imballo di quelle che si usano per imballare pacchi di ogni tipo e che in condizioni normali sarebbero destinate al macero e le ho abbellite con carta scrap di recupero, noi scrapper ne abbiamo a chili, ottima base per un decoro scrap. Per permetterne l'apertura della scatola ho nascosto sotto alcuni strati di carta dei tondelli di velcro adesivo che non ne rovinano l'estitica. Il resto sono fiori, decori in metallo, flipettes di legno (tagliate da scrapbooking facile), enamel dots e ovviamente come base per creare un po' di texture ho usato della pasta modellabile stesa con uno stencil e poi colorata con inka gold. Il divertimento è assicurato, provare per credere.
 











 

lunedì 14 dicembre 2015

Momenti magici.

Oggi vi mostro un album, uno dei tanti, che ho realizzato in questi giorni appena trascorsi del week-end. Si tratta di un mini (15x15 cm circa) per il quale ho seguito gli insegnamenti della mia adorata dea dell'olimpo scrap ossia Karine. Vi ho già parlato di lei in passato perché mi ha proprio aperto un mondo, il mondo del project life misto. Mi sono talmente galvanizzata per questo nuovo (per me) sistema di realizzazione degli album che ormai son partita come un treno e ne sto componendo a iosa. Adoro rilegare da sempre, infatti ho una marea di album rilegati con la copertina decorata ma senza pagine interne perché fatti con il sistema a spighetta, noiosissimo da fare, bisogna misurare ore ed ore perché se sbagli anche solo di un millimetro sei panata, mentre con questo sistema, vuoi ad anelli, vuoi con le brads la rilegatura è molto più semplice e veloce oltre che molto più versatile. L'interno di questo album è pressoché vuoto in quanto non è per me e quindi a parte le copertine esterne ed interne, la decorazione sarà opera di chi ne entrerà in possesso. La particolarità principale di questo progetto sta nel rivestimento esterno che è stato fatto con della carta da parati, peraltro anche quella stessa usata da Karine per il progetto realizzato al workshop di Pordenone. Questa donna ci ha dato degli input pazzeschi, almeno a me di sicuro, per cui gironzolando per uno di questi fai da te ho buttato l'occhio sullo scaffale delle carte da parati e mi sono illuminata d'immenso. Una più bella dell'altra, sembrava sapessero che stesse arrivando una pazza scrapper in cerca di ispirazione. Ne ho comprati ben sette rotoli, tutti diversi ovviamente, perché non era possibile scegliere, per cui nel dubbio li ho presi tutti, meglio bundare che deficere (di sicuro non si scriverà così!!!).
Per cui impaziente di testare questo nuovo materiale durante il week-end ho fatto album a gogo. Qualcuno si starà chiedendo perché proprio la carta da parati! Ebbene questo particolare tipo di carta, per i materiali tra cui la stoffa per alcuni tipi, è particolarmente resistente per cui per rivestire le copertine di album è l'ideale. Per quanto la carta scrap o il cardstock o il bazzill siano ottimi prodotti per questo tipo di lavoro a lungo andare (anche non tanto lungo) negli angoli di piegatura, soprattutto col dorso, a forza di aprire e chiudere tende a strapparsi o a creparsi con pessimi risultati, dopo ore di lavoro una cosa del genere può compromettere irreversibilmente il risultato finale. Per cui vi consiglio senz'altro di provarla perché a me ha dato ottimi risultati. Ovviamente per rendere più personale possibile questo progetto ho voluto avvalermi di un chipboard realizzato in grafica e poi tagliato da scrapbooking facile perché io adoro i chipboard per l'effetto 3d che danno e poi perché risulta più mia una creazione che sia personalizzata anche nel dare un tema alla stessa. Il resto sono fustellati la cui immagine ho estrapolato e tirato su con il programma della cameo con cui l'ho poi tagliata, una cornicetta di resina, qualche enamel dots ed un nastro per completare il tutto. A me piace un sacco e mezzo.